Link all’articolo precedente: https://www.artovercovers.com/2024/05/15/luciferine-vignette-infiammano-liced-earth-the-dark-saga-seconda-parte/

La saga di “Something Wicked”, nata dalla mente di Jon Schaffer, racconta delle origini dell’uomo, della loro conquista della Terra ai danni della precedente popolazione, i Setiani. L’intrinseca malvagità dell’uomo lo porta però progressivamente verso l’autodistruzione. I Setiani decidono quindi di apporfittare di questo momento favorevole per compiere la loro vendetta.

Inviano sulla Terra il loro messia, Set Abominae, che avrà il compito di accelerare il processo che porterà l’umanità ad estinguersi. Nella saga sono presenti numerosi episodi raccontati anche nella Bibbia, a comporre una sorta di flusso parallelo di accadimenti, che faranno sprofondare sempre più la razza umana nel proprio annichilimento. Il primo incontro dei fan con la figura di Set Abominae avviene nel 1998 attraverso le ultime tre tracce dell’album “Something Wicked This Way Comes” che assume il nome di “Trilogia di Something Wicked”. I brani “Prophecy”“Birth of the Wicked” e “Coming Curse”, aprono quindi un filone narrativo che proseguirà per diverse uscite nel corso degli anni.
– “Something Wicked This Way Comes”, con i brani appena citati
– “Overture of the Wicked” (EP)
– “Framing Armageddon” (“Something Wicked Part 1”)
– “I Walk Among You”
– “The Crucible of Man” (“Something Wicked Part 2”)
– “Dystopia”, con i brani “Dystopia” e “Tragedy and Triumph”
– “The Plaques of Babylon”, con I brani “Plagues of Babylon”, “Democide”, “The Culling”, “Among the Living Dead”, “Resistance” e “The End?”

La storia inizia presentandoci i Setiani, i primi abitanti del pianeta Terra, la cui stirpe discende direttamente dalla suprema entità nominata “Grande Architetto”. Hanno cultura e conoscenze infinite, frutto della somma di millenni di esperienze in ogni campo.

Il pianeta subisce un attacco da parte di una razza di lontana provenienza, gli Umani, che hanno intenzione di conquistare la Terra per appropriarsi delle conoscenze Setiane e diventare così la razza definitiva. La furia sterminatrice degli Umani non si compie però in pieno. Si salvano dal massacro infatti diecimila Setiani, che riparano in una catena montuosa inaccessibile, per preparare la loro vendetta. Un gruppo eletto di saggi, l’Alto Consiglio Setiano, composto dai Dodici Anziani e dal Gran Sacerdote, pianifica quindi un piano articolato per realizzare la rivincita.

La prima fase prevede di far perdere agli umani la memoria e far dimenticare la loro identità culturale e storica. Nella seconda verranno create le religioni come il Cristianesimo e l’Islam per dividere gli umani e quindi indebolirli con diecimila anni di guerre religiose. A questo lungo periodo seguirà la nascita dell’AnticristoSet Abominae, che avrà il compito di annientare la razza umana, dando corso all’antica profezia Setiana. L’attesa è finita: l’AnticristoSet Abominae, è nato. La sesta ora del sesto giorno del sesto mese la profezia si è avverata. Viene cresciuto ed istruito dai Minions of the Watch, che lo preparano al suo destino. Rafforza l’amore per il suo popolo e la voglia di vendetta attraverso i racconti Setiani sull’invasione umana.

Il suo percorso didattico comprende anche l’acquisizione di abilità particolari come la manipolazione del tempo e la mutazione delle forme, strumenti che torneranno utili per la missione che dovrà compiere. Il dubbio di riuscire a compiere il suo destino lo attanaglia ma, attraverso il superamento di prove sempre più difficili, acquisisce la necessaria fiducia in sé stesso. La prova finale, che prevede il passaggio attraverso il Dimension Gauntlet viene superata, per cui gli viene conferito il titolo di Bestia Astrale; l’ira della Bestia servirà al compimento della profezia. Il primo obiettivo di Set per iniziare a destabilizzare la razza umana è Gesù, che tutto può vedere nel passato, presente e futuro, e che deve essere quindi assassinato subito.

Seguiranno le figure di spicco del genere umano, politici, industriali, scienziati. Manipola gli eventi con maestria, giustificandoli con grandi bugie, conscio del fatto che gli umani tendono ad auto-ingannarsi, per accettare la verità che più conviene loro. Duemila anni dopo lo troviamo alla stregua di un Dio, l’umanità ormai divisa da interessi religiosi, politici, finanziari, completamente soggiogata alla sua volontà. Dall’alto della sua onnipotenza Set ripercorre mentalmente la storia dell’umanità. Osservando il comportamento dell’uomo in un’unica sequenza ininterrotta Set intravede, nonostante i difetti e le debolezze che la razza ha mostrato di avere, anche del potenziale. In una sorta di perdono non esplicito finale, Set si augura che l’umanità possa  imparare dai propri errori e migliorarsi, salvando così se stessa dall’autodistruzione.

…to be continued…
Fabio Vannucci