Link all’articolo precedente: https://www.artovercovers.com/2023/12/18/luciferine-vignette-infiammano-liced-earth-todd-mcfarlane/

McFarlane gode ora di piena libertà di scelta e di esecuzione. Possiede tutti i diritti di sfruttamento di immagine per i personaggi che crea e disegna, compresi ovviamente tutti i ricavi sulle pubblicazioni. Da quando è sedicenne sta sviluppando ed affinando un progetto che ha come protagonista un antieroe di quelli tosti, che è ora che veda la luce. Colui di cui stiamo parlando è un tenente-colonnello dell’esercito americano, arruolato per le sue abilità dalla CIA per compiere azioni sporche di stampo militare che devono essere mantenute segrete, per questo denominate Black-Ops.

La natura di queste azioni crea però dei dubbi di tipo etico al nostro graduato, il quale li espone al proprio responsabile CIA. Temendo il tradimento del suo sottoposto, il direttore delle operazioni, Jason Wynn ingaggia un vecchio commilitone dello specialista, Bruce “Chapel” Stinson, per farlo eliminare. Cosa che in effetti gli riesce, spedendo il nostro, grazie al suo passato sanguinoso, direttamente all’Inferno.

Letteralmente.

L’anima di Al Simmons, questo il nome del nostro protagonista, si dispera per aver perso la amata moglie Wanda. Lo riceve Malebolgia, uno dei Signori degli Inferi, che gli propone di farlo tornare sulla terra in carne ed ossa per ricongiungersi con Wanda, a patto che diventi un cacciatore di anime per l’Inferno, così da rimpolpare le fila dell’esercito di dannati che combatte l’eterna guerra contro il Paradiso.

Simmons naturalmente accetta il patto, non tenendo conto che il Diavolo non fa gentlemen agreements. Ritorna in effetti sulla terra in carne ed ossa, ma cinque anni dopo, orribilmente sfigurato, nei panni di un HellSpawn, un resuscitato dall’Inferno. Wanda intanto si è rifatta una vita ed ora ha una figlia, Cyan, avuta dopo il matrimonio con Terry Fitzgerald, che era anche il migliore amico di Al. Insomma, le cose non sono andate esattamente come si aspettativa, anzi, sono proprio una beffa. Dolore e rabbia crescono all’infinito in Simmons. Cerca di approfittare della situazione il “Clown” sotto le cui spoglie si nasconde in realtà il demone Violator, un agente di Malebolgia, il quale gli propone il ruolo di generale per l’esercito degli Inferi. Simmons, tradito proprio da coloro che vogliono usarlo per i propri interessi, non solo rifiuta l’offerta, ma si scontra con Violator, diventandone acerrimo nemico. Spawn non si sottometterà a Malebolgia.
Accetta con dolore l’ingannevole destino che gli è stato confezionato, si rassegna all’idea che non starà più con Wanda, ma se dovrà uccidere qualcuno, deciderà lui chi. Sarà la peggiore feccia dell’umanità a dover soccombere e lui li caccerà uno ad uno, questo sarà il suo compito da qui all’eternità.

…to be continued…
Fabio Vannucci