Anno d’uscita: 2006
Gli Elis sono una gothic metal band formatasi nel 2003, capitanata da Sabine Dünser, morta però nel 2006 a soli 29 anni durante le prove della band per un’emorragia cerebrale. Sabine e gli altri componenti del gruppo avevano da poco completato le registrazioni del terzo album, ovvero “Griefshire”. Nella copertina non viene certo a mancare l’angoscia e la tristezza che il lutto ha segnato ogni componente della band; il cielo nuvoloso, tetro e grigio che sovrasta un cimitero e la tomba, con il titolo dell’album impresso nella pietra, spicca in primo piano, come se volesse far prevalere il ricordo di Sabine. Inoltre, se si guarda attentamente, nel centro dove compare il titolo, dove troviamo dei decori, s’intravvede una S, iniziale appunto della cantante. Nello sfondo, temporale e saetta fanno da padrone e si abbattono sulle nere case, come per ricordare la tragica vicenda che si è abbattuta sul gruppo e che, comunque, c’è sempre un pericolo dietro l’angolo; che le cose accadono naturalmente, ed è il destino che è scritto e bisogna quindi vivere giorno per giorno. I rami della pianta che sovrastano la tomba è come se, una volta arrivati alla pietra, la rompono, mandandola in mille pezzi…pezzi che però stanno uniti, niente cade al suolo. Ecco quindi la grande amicizia che c’era nel gruppo. Sabine è morta, è vero, ma è come se fosse ancora presente e lo sarà in ogni loro nuova canzone e in ogni loro concerto. Copertina redatta da Antonella Astori.