Anno d’uscita: 2004
Sito web: https://www.elisatoffoli.com/
Ditelo con un fiore, con un fiore di loto. “Lotus”, la cui copertina è molto rappresentativa è il quarto disco della cantautrice Elisa Toffoli, in arte Elisa, edito nel 2004. Un full-lenght che contiene inediti, greatest hits e alcune cover, i cui fili si riuniscono tutti convergendo in un unico elemento: la natura, con la sua splendida spontanea semplicità.

Il bianco fiore di loto immortalato nell’immagine racchiude nei suoi petali un potente significato di purezza perché, pur nascendo da acque paludose non viene macchiato da esse. Il suo colore bianco e lucente rimane candido e puro, come se fosse impermeabile. Il fiore fuoriesce dall’acqua e sale verso la luce che indica l’apertura spirituale.
L’iconografia integra e candida di questo bocciolo esalta ulteriormente un fondamentale significato morale e cioè quello di non rimanere intaccati dalla società esterna e di conservare una propria identità, che non si lascia contaminare. Si preserva così la propria anima, dalla quale nascono le bellissime canzoni ricche di intimità sincera. Elisa infatti nei videoclip dei singoli estratti da questa release si mostra al pubblico sempre naturale e senza trucco, come per far risaltare maggiormente la propria interiorità. Il video di “Electricity” è sicuramente il più attinente a questo concetto; nella sua scenografia calda e autunnale la cantante è sola, in una casa di legno in mezzo a una foresta, in meditazione dentro un Universo verde che la circonda di ispirazione.

Lo scatto che rappresenta la copertina di “Lotus” è stato realizzato dalla stessa cantante. La fotografia è stata spezzata in due parti, invertendone la sequenza, per far uscire un risultato dinamico che esprime continuità, come se fosse un puzzle da ricomporre per meglio rendere proprio il ciclo di rigenerazione della vita e del nostro mondo terreno.
Sara “Shifter” Pellucchi