Casa editrice: Infinito Edizioni
Sito web: https://www.infinitoedizioni.it/prodotto/le-lune-di-avel/
La suggestiva copertina del romanzo, edito dalla Infinito Edizioni, è stata realizzata da Pierpaolo Di Florio, grafico e consulente di digital marketing, in stretta collaborazione con l’autore. “Le lune di Avel” è un romanzo di fantascienza che racconta la storia di esuli umani, fuggiti alla distruzione del mondo e ospitati in un luogo lontano e sconosciuto da una razza aliena evoluta e illuminata. Il prezzo che gli uomini hanno dovuto pagare per meritare questo lontano paradiso, è la cancellazione della propria memoria e dei propri istinti. Quella che appare in copertina è dunque la rappresentazione di una notte senza tempo sul pianeta Avel. Nell’oscurità di questo mondo lontano e misterioso, alcune anime smarrite vagano alla deriva, cercando un conforto che sembra non arrivare. Pochi tratti appena accennati, proprio come i loro corpi, svuotati da ogni ricordo e identità. Il loro sguardo pare rivolto verso quel cielo nero, anche se non possiamo realmente vederlo. In alto svettano le due lune di Avel. Le anime smarrite le contemplano in silenzio, in una sorta di posa votiva. Intimoriti e al tempo stesso affascinati da quel fenomeno celeste, la più grande ed evidente prova della loro infinita distanza da casa.

La Terra era ormai diventata un luogo inospitale, dilaniata e ferita dal male scatenato dagli stessi uomini. Fuggire sembrava essere l’unica soluzione, in quel momento oscuro in cui i conflitti e la distruzione parevano ormai destinati a durare in eterno. Eppure nessun luogo sulla Terra sembrava essere sufficientemente lontano, né abbastanza sicuro. Poi, improvvisamente, un richiamo ci giunse dalle stelle, dalle remote e sconosciute profondità del cosmo. Qualcuno voleva salvarci, portarci via, offrirci protezione sul loro pianeta lontano, dove avremmo potuto vivere al sicuro da ogni sofferenza. Avel ci aspettava, per concederci finalmente la pace interiore che sognavamo da sempre. Quella terra promessa, quel paradiso caldo e accogliente, aveva soltanto un piccolo prezzo… Avremmo dovuto smettere di essere tutto ciò che eravamo prima, avremmo dovuto dimenticare ogni cosa. Ma un uomo è qualcosa di più dei suoi ricordi. Era questo che la gente delle stelle non avrebbe mai potuto capire.
Antonio Masseroni