Casa editrice: Sensoinverso Edizioni
Sito web:
http://www.edizionisensoinverso.it/Catalogo_AcquaFragile_Con_le_spalle_al_muro.htm
Crisi economica, conflitto tra tornaconto personale e moralità, forti dubbi e scelte gravose… “Con le spalle al muro” offre un impietoso spaccato di realtà contemporanea, ci parla di una famiglia che lotta, si stringe in se stessa nei momenti di dolore, trova la forza nell’unione e nella incrollabile volontà di essere artefice del proprio destino. I Ferrari sono proprietari di un’azienda tessile nella quale mettono impegno ed entusiasmo costanti, una ditta che vanta numerosi clienti. Siamo nel florido nord est, terra di imprenditori, di gente abituata a lavorare duramente e con passione. Ma la vita agiata e costellata di soddisfazioni dei Ferrari subisce una brusca virata quando, nel 2008, la crisi economica colpisce aspramente il mondo intero e di conseguenza anche l’Italia. Da quel momento, e fino ai giorni nostri, per molte realtà aziendali sopravvivere diventa estremamente arduo. Michele Ferrari, nonostante il drammatico periodo, decide di improntare la gestione della ditta alla propria condotta morale, riferendosi sempre alla sua coscienza Non deve però passare lungo tempo prima che egli possa capire che il connubio interesse economico-condotta morale è di difficile attuazione…

Una piccola azienda tessile, florida e sana, in provincia di Padova, in quel territorio denominato dal resto d’Italia “il ricco Nord Est”. Una famiglia unita, felice e benestante, con due splendidi figli adolescenti. 2008-2012. Qualcosa improvvisamente cambia negli equilibri economico-finanziari del pianeta. Nel giro di poco tempo, un incendio inarrestabile divampa, investe e distrugge i destini di migliaia di aziende e famiglie. Ciò che sembrava acquisito, consolidato, immutabile viene spazzato via. Qualcuno riesce a mantenersi a galla ricorrendo all’illegalità e al cinismo. Molti scelgono di delocalizzare attività ed interessi nei luoghi risparmiati dalla crisi, incuranti delle conseguenze che ciò comporta sul piano umano. Altri ancora che, come il protagonista del romanzo Michele Ferrari, si trovano a fare i conti con pesanti, benché immotivati, sensi di colpa, non ce la fanno e soccombono. Tutto questo in un paese in cui dominano l’individualismo e l’opportunismo e dove la moralità è diventata un optional per sprovveduti. Un popolo ed un paese che si risolleveranno ma solo nel momento in cui sapranno recuperare valori andati perduti negli ultimi decenni quali l’attaccamento al lavoro, l’etica e la solidarietà.
Fiorella Carcereri