Casa editrice: Sensoinverso Edizioni
Sito web: http://www.edizionisensoinverso.it/catalogo_senza_tregua_dark_dreams.htm

Prima di tutto devo ringraziare i grafici della Sensoinverso Edizioni per l’ottimo lavoro svolto nello sviluppo della copertina e di cui io mi sono limitato soltanto a suggerire alcune linee guida. Per la scelta della cover si è deciso di riportare l’immagine del lago immaginario (il luogo dove tutto è cominciato e dove tutto finirà) mentre, in primo piano, il protagonista di spalle sulla riva. Sulla sinistra le due figure enigmatiche, un uomo e una donna, dai contorni non definiti in quanto si deve percepire l’aurea di mistero che le caratterizzano; inoltre sono disposte leggermente elevate rispetto alla prospettiva del protagonista come a sovrastare l’ambiente circostante. Infatti, benché il protagonista risulta essere la figura centrale della copertina, i due individui sono dominanti nel contesto della stessa, amplificato anche dalla scelta di sovrapporre, a queste persone, le due D incrociate fra loro (che sono le iniziali del titolo). Inoltre, una leggera nebbia permea tutta l’immagine della copertina come a voler rendere ancora meno definiti i contorni delle tre figure, ma anche a rievocare quello che avviene nella mente del protagonista quando ha le visioni. A conclusione guardando le immagini che costituiscono la copertina si ha subito l’impressione di essere all’interno delle visioni oniriche che costituiscono il filo conduttore dell’intera storia.


La tranquilla cittadina di Beaver, in nord Dakota, viene sconvolta da efferati crimini perpetrati da due figure misteriose, un uomo e una donna. Il detective Ben Horton viene incaricato di indagare sugli inspiegabili omicidi di Beaver, facendo così ritorno nella sua città natale in cui ha passato l’infanzia. Affiancato dallo sceriffo Jefferson della piccola Contea e mentre le indagini proseguono senza portare a risultati concreti, Ben si rende conto che gli omicidi sono in qualche modo legati a lui più di quanto, inizialmente, potesse immaginare. Soprattutto a certi suoi poteri e a delle visioni che gli permettono di vedere alcuni particolari delle scene dei crimini. Queste visioni sono sempre preannunciate da forti dolori alla testa, che cominciano a perseguitarlo e tormentarlo appena giunto in città. Intanto gli omicidi si susseguono a opera di queste due figure enigmatiche, che si scoprirà ben presto possedere oscuri poteri che utilizzano per infliggere alle loro vittime mutilazioni tanto efferate quanto studiate con maniacale precisione: ad alcune vittime asportano gli occhi mentre ad altre amputano la lingua. Inoltre, Ben deve fare i conti con i fantasmi del passato, con i ricordi dell’infanzia che lo hanno portato a scoprire i suoi poteri, che in età adulta lo hanno abbandonato per riaffiorare soltanto ora. Ma è soprattutto il ritorno di sua sorella gemella Sam, dalla quale si era separato a causa di dissapori e litigi, a far sì che poco alla volta i frammenti della memoria di Ben si ricompongano. Sam ricoprirà infatti un ruolo di fondamentale importanza in quanto lei, anche se in misura minore rispetto al fratello, ha le stesse visioni; inoltre, lei funge da catalizzatore per aumentare il potere di Ben e, proprio grazie a questa forza, riusciranno a sconfiggere definitivamente il male rappresentato dalle due arcane entità. È infatti sulle rive di un lago, un luogo immaginario creato dalla mente di Ben, dove tutto è cominciato e dove tutto finirà, che si consuma l’ultima e terribile battaglia.
Paolo Passerini