Anno d’uscita: 2017
Sito web: https://www.facebook.com/lacrimasenigma/
Ritroviamo su Art Over Covers il progetto solista di Enigma, dei già conosciuti Collezionisti di Emozioni, chiamato Lacrimas. La sua musica sperimentale, come abbiamo potuto ascoltare, è strumentale e risulta cupa, misteriosa e oscura. Oggi analizzeremo la copertina del suo nuovo lavoro intitolato “Angeli e Demoni”. L’artwork richiama sempre il tattoo in stile messicano old school, con il teschio che si rifà ad una simbologia molto profonda. Rappresenta il giorno dei morti, che in Messico si protrae dal primo al due novembre. Il primo giorno si ricorda la morte dei bambini e proprio durante questa ricorrenza vengono serviti dei dolcetti a forma di teschio che sono la matrice di questi splendidi tatuaggi, con un significato inerente quindi al ricordo. I colori sono scala di grigi per quanto riguarda il fotografico, ma ecco che sia a sinistra che a destra appaiono due colori ben distinti che danno vita  a delle fiamme, simbolo di forza e contrasto, cercando con ogni mezzo di raggiungere uno scopo nella vita. Le fiamme corrono velocissime sulla superficie che brucia, non si fermano davanti a nulla e guadagnano continuamente impeto, senza rallentare mai. Ovviamente la speranza è che le fiamme durino davvero per sempre. L’azzurro è usato per la parte angelica, con la foto dell’artista per la prima volta senza maschera e l’arancione è invece stato utilizzato per la parte demoniaca; dove il viso è coperto appunto da questa maschera tattoo. Anche il titolo ha gli stessi colori come per evidenziare meglio queste due attitudini. I due sguardi si guardano in maniera impassibile, ma stanno a significare una lotta interna: la lotta che l’uomo deve continuamente, ogni giorno, combattere per mantenere un certo equilibrio e vivere così serenamente. Le due parti, i due modi di essere, devono comunque distinguersi, altrimenti l’uomo non potrà mai farsi valere e non riuscirà mai a combattere per le sue idee.
Antonella “Aeglos” Astori