Anno d’uscita: 2004
Sito web: http://www.georgemichael.com/
Ricordiamo il cantante George Michael che proprio questo 25 Dicembre 2016 ci ha lasciato a causa di un infarto a soli cinquantatre anni. L’artista nasce a Londra nel 1963 e, con la sua musica definita pop, soul e rhythm & blues, risulta essere uno degli artisti musicali britannici di maggior successo. Comincia la sua carriera col duo pop Wham!, andando poi avanti come solista, iniziando nel 1987. L’album che vado a recensire è “Patience”, pubblicato nel 2004 con l’etichetta Sony Music, uscito dopo lunghi periodi dedicati solo a esibizioni dal vivo e a cover di altri artisti. Un disco interessante, in quanto ci sono canzoni inerenti all’alleanza tra Bush e Tony Blair e all’incombente guerra dell’Iraq nel 2003. Il tema principale è la morte; le canzoni sono infatti anche dedicate ad amici ed artisti defunti, a cui George era particolarmente legato. Interessante è la prevalenza di bianco nella copertina, un colore che comunque non siamo abituati ad associare alla morte e, quindi, in netta contrapposizione al nero. Ma esso è comunque simbolo di paradiso, di pace, di purezza e di eternità; un’ottima trovata per non incutere troppa tristezza e ansia, un modo semplice e sereno per ricordare le persone che non ci sono più ma che, grazie alle sue canzoni, verranno per sempre ricordate serenamente e sinceramente. E poi c’è lui, George Michael in persona, seduto in disparte su questo divano bianco, triste e pensieroso, vestito di nero, in segno di rispetto verso il lutto.
Antonella Astori