Anno d’uscita: 1998
Sito web: http://www.lucacarboni.it/
A volte i cantautori sono gli stessi art directors del proprio album. Un esempio di questo è il disco ”Carovana” di Luca Carboni, che ha idealizzato e realizzato di proprio pugno (e pennello), l’immagine della copertina.

“Carovana” è un disco del 1998 che porta lo strascico di contenere uno dei più famosi tormentoni dell’estate: la canzone “Le Ragazze”. Al di là della fama di una hit da radio, il lavoro ha anche sfaccettature molto più personali e introspettive, che hanno portato i sentimenti del cantautore a realizzare un disegno essenziale ma molto profondo. La semplicità di Luca che si ritrova sui testi delle canzoni è ben riconducibile a questa scelta stilistica. Solo due infatti sono gli elementi compositivi: i due amanti, totalmente nudi sullo sfondo scenografico di un deserto che viene staccato dal blu infinito del cielo che lo sovrasta. La donna è visibilmente in dolce attesa e viene amorevolmente abbracciata dal suo compagno, che riesce a includere anche il feto in grembo in senso di protezione. L’aspetto evidente dei due ragazzi ha origini tribali o aborigene; ci sono degli elementi salienti come la pelle scura e lineamenti come labbra carnose, naso pronunciato e capelli rasati. Non mancano poi anche altri particolari sul corpo come tatuaggi, amuleti e bracciali.

Il titolo “Carovana” forse vuole trasmettere proprio il significato di “convogliare” e seguire l’essenzialità dell’amore, un unico cammino, una sorta di pellegrinaggio che può coinvolgere tutti verso la meta dell’amore. Semplicità, di un unico linguaggio universale per tutti contro l’inutilità dei beni materiali di fronte alla vita stessa. La nascita è semplicemente la chiave di tutto in una sfumatura selvatica e naturale. La carovana non si arresta mai perché è il ciclo della vita che si rigenera senza distrazioni o futilità.
Sara “Shifter” Pellucchi