Anno d’uscita: 2016
Sito web: https://www.facebook.com/lacrimasenigma
Nuovo disco di Lacrimas con nuove ispirazioni e una nuova copertina che sempre fa riferimento all’immagine già presente nelle cover precedenti, ovvero una figura misteriosa incappucciata, dove si nota solo un viso nero decorato come se fosse un teschio tatuato in stile old school. A destra troviamo invece un nuovo elemento. Una mano in basso, rappresentata in piccolo, che tiene in mano un pennello e, con questo, dipinge un punto nero enorme sul dito dell’altra mano più grossa. Il buco nero potrebbe rappresentare un aspetto negativo di una situazione, un episodio riprovevole, un punto di non ritorno, oltrepassato il quale è impossibile tornare indietro. Il nero fa paura, figuriamoci un buco, un qualcosa in cui caderci dentro e non riuscire più a risalire la cima. Ma, la mano che disegna, potrebbe indicare che, molte volte, siamo proprio noi stessi che ci fossilizziamo in pensieri negativi e creiamo il disagio nella nostra vita.
Antonella Astori