Anno d’uscita: 1973
Sito web: http://www.davidbowie.com/
“Aladdin Sane” è stato il sesto album del duca bianco David Bowie, pubblicato nel 1973 per l’etichetta RCA e nel 2003 in doppio cd in edizione limitata, questa volta però per la EMI.

Per questo progetto fu accompagnato dal gruppo musicale The Spiders From Mars. Il titolo è sostanzialmente un gioco di parole: “aladdin sane” (Aladino sano di mente) diventa “A lad insane” (un ragazzo pazzo). Questa nota è importante per poter recensire e capire la copertina dell’album.

L’immagine è frutto dello shooting fotografico curato da Celia Philo, in cui troviamo un bel primo piano di Bowie a spalle scoperte, con una saetta di due colori disegnata sul suo volto (che diverrà poi un simbolo per tutti i suoi fan).
In un periodo in cui regnano la vanità e i tabù sessuali, David Bowie creerà Ziggy Stardust: un suo alter-ego, nonchè un prodotto di marketing studiato nei minimi dettagli. Il make-up è opera di Pierre La Roche. La lacrima che scivola lungo la clavicola è stata aggiunta in seguito per addolcire l’impatto della foto, quasi come se si volesse far trasparire in Ziggy un sentimento umano e decadente.
Rappresenta un alieno androgino, truccato come se fosse una drag queen, dallo spirito glam, accompagnato da una parrucca color carota, tinta non scelta a caso, visto che si congiunge bene con il colore del fulmine. È lui “l’uomo che cadde sulla Terra”, il messia di una rivoluzione rock che lascerà sicuramente il segno, un “extraterrestre” libero quindi dai dogmi che limitano l’umanità.
Antonella “Aeglos” Astori