Anno d’uscita: 1999
Sito web: https://it.wikipedia.org/wiki/TLC_(gruppo_musicale)
Le TLC hanno segnato l’apice del rhythm and blues degli anni novanta. “FanMail” è stato il loro terzo album, finito di stampare nel 1999, dopo anni di diatribe tra le tre cantanti di Atlanta. La copertina di “FanMail” mette in mostra i visi robotizzati delle tre ragazze. In un contesto in stile “Matrix” (pellicola che segna il passaggio dal ventesimo al ventunesimo secolo), abbiamo dei volti blu cobalto emergere da uno sfondo nero computerizzato. Al centro la leader T-Boz, dai tratti androgini e dai toni vocali da contralto; a sinistra la rapper Lisa “Left Eye” Lopes, ribelle del gruppo e destinata a una tragica morte pochi anni dopo; a destra la sensuale Chilli, ballerina e cantante melodica a cui si devono le parti più ritmiche. Queste tre grazie afroamericane sono state un connubio perfetto che ha saputo rivoluzionare la black music e inserirla in un contesto pop. Questo disco arriva alla fine di un decennio (e di un millennio) e, come la mail disegnata in basso alla copertina, cerca di fare da ponte tra un genere che ha appena passato l’apice e le sue derivazioni che caratterizzeranno gli anni duemila.”Fanmail” è un album che fa da battistrada al nuovo r’n’b, diffondendo sonorità innovative come i cerchi concentrici disegnati sotto i volti delle tre artiste. Le canzoni grondano fredda femminilità come i tre volti blu cobalto. Le TLC hanno guardato al futuro con lungimiranza e questa copertina, ripresa anche nel videoclip di “No Scrubs” sembra ancora originale dopo tre lustri.
Leonardo Marzorati