Autore: Paolo Crugnola

Il pennello e la spada: il volo epico dell’Arcangelo da Raffaello ai Martiria

“The Age of The Return” – Martiria Anno di uscita: 2005 Sito Internet: http://www.martiria.com Gira che ti rigira, il drago le busca sempre. Dal mito degli Argonauti al poema anglo-sassone “Beowulf”, dal “Nibelunglied” a “Lo Hobbit”, il povero rettilaccio finisce sempre acciaccato, o peggio. E il libro dell’Apocalisse di San Giovanni non fa eccezione descrivendo come l’Arcangelo Michele abbatterà il drago – principio del male alla fine dei tempi. Quest’ultima battaglia è proprio il soggetto del “San Michele” dipinto da Raffaello Sanzio nel biennio tra il 1503 e il 1504, e il quadro del Maestro di Urbino costituisce a sua...

Read More

I Summoning, Tolkien e il Bardo gallese alla fortezza

“Stronghold” – Summoning Anno d’uscita: 1999 Sito web: https://it.wikipedia.org/wiki/Summoning Il trucco c’è ma non si vede, e il mago non lo svela neppure alla fine dello spettacolo. Se poi i trucchi sono addirittura due, immaginatevi che garbuglio salta fuori… Ma procediamo con ordine dal principio… Se siete conoscitori dell’opera letteraria di J.R.R. Tolkien e delle tante espressioni artistiche musicali che questa ha ispirato, allora potete tranquillamente non leggere le prossime righe, perché conoscerete già a menadito tutto e anche di più riguardo la band austriaca Summoning. Se invece non avete mai citofonato a casa Baggins, allora è il caso di spendere...

Read More

Ingmar Bergman, i Folkstone e i passi della danza macabra

Anno di uscita: 2010 Sito Internet: http://www.folkstone.it/ Eh, no: non sono neanche radiografie.  È proprio “lei” che conduce la danza. I personaggi ritratti la seguono rassegnati, mentre lei regge con un ghigno gli oggetti che identificano ciascuno di loro, deridendone l’importanza in una maldestra parodia. Questa è l’immagine pittorica più consueta della “Danza Macabra”, e la si può ritrovare con solo sottili differenze in tutti i Paesi dell’Europa Occidentale che abbiano vissuto i traumi psicologici e spirituali del Medioevo. Anzi, per quanto sembri paradossale, proprio la rappresentazione della morte trionfante, assoluta, fu il segnale di un primo confronto dell’uomo...

Read More

“Men of Low Moral Fiber” – Grog

Anno d’uscita: 2017 Sito web: https://grogmusic.jimdo.com/ Gli “uomini di bassa fibra morale” che danno il titolo al disco del duo “Grog”. Ma chi sono questi uomini, esattamente? Osserviamo i loro profili rappresentati al centro dell’immagine di copertina del disco, un’opera a tempera e carboncino su legno realizzata dall’artista Roberto Giriolo, intitolata “APOLOGIE III”. Constatiamo che essi sono appena accennati nei tratti, ma la scelta dei colori non è casuale. Il colore argilloso, “anonimo”, dei corpi e dei vestiti contrasta infatti rumorosamente con il rosso sanguigno dei visi. Questo secondo colore rimanda immediatamente alle gravi conseguenze che le azioni di queste persone...

Read More

Musica e muscoli: quattro decenni di barbari sulle copertine heavy-metal

Avevate anche voi l’impressione di averlo già visto altre volte?…  Giustissimo. Sono almeno trentacinque anni che il “massiccione barbarico” campeggia sulle illustrazioni in copertina di dischi heavy-metal provenienti dai paesi più disparati del mondo. Ad esempio, la sua versione bionda ritratta per l’album “Battlefield” dei belgi Scavenger risale al 1985, ma si poteva vedere già addirittura nel 1980 un suo “antenato” sulla copertina del disco “Stand Up And Fight” degli inglesi Quartz. Nel nuovo millennio abbiamo ancora numerose apparizioni del campione: i tedeschi Solemnity sceglievano la sua immagine nel 2003 per la copertina dell’album “King Of Dreams”, ma già...

Read More
  • 1
  • 2

Categorie

Hardsounds

Centrale Rock Pub

Rock Paradise

Silenzio in Sala

Shifter

Aeglos

Radio Spazzolino

Web Antv

White Raven

Cruisin

Quartamarcia

Masked Dead Records

True Bypass Promotion

Colonne Sonore

Metal in Italy

Black Mària

Pin It on Pinterest