Casa editrice: Gilgamesh
Sito web: https://www.gilgameshedizioni.com/mina-piccola-e-potente-cacciatrice/
Mina è piccola, è solo una bambina, eppure per tutta la comunità in cui vive è un esempio di coraggio e di solidarietà. Un prototipo femminile di eroe, animato dal mutuo soccorso e dall’amore per i libri. In una settimana, scandita dall’elencazione del procedere dei giorni, Mina riuscirà nell’improbabile impresa di aiutare una vecchina a scacciare i topi da casa, il mugnaio a debellare le formiche che gli infestano le farine, il cuoco a eliminare gli scarafaggi dalla cucina, il pastore ad allontanare il lupo che disturba i suo gregge, un bambino perseguitato da un mostro che si nasconde sotto il suo letto e uno scrittore privo da tempo di nuove idee.

Il libro è scritto da una docente della Scuola dell’Infanzia e riscatta un po’ la figura della bambina-guerriera. Nell’illustrazione di copertina disegnata da Silvia Spagnoli si è scelto di rappresentare la protagonista, con i suoi colori: il rosso-arancio del suoi capelli, ad indicare la sua forza dirompente, il coraggio e l’audacia; lo sfondo è azzurro, come il maglione che ama indossare, come la ragione che interviene sull’istinto. I due colori hanno un contrasto acceso, proprio come il temperamento di Mina. L’acconciatura dei capelli di Mina è completata da un martello da un lato e da un mattarello dall’altro, a rafforzare la sua indole di “cacciatrice atipica”. Il viso della bambina risulta tagliato a metà se si guarda il libro chiuso. Ma se lo si apre e si “spalanca” la copertina si vede nella sua interezza, quasi ad indicare metaforicamente che è sempre utile trovare altre modalità per avere una visione “completa” della situazione, proprio come si racconta nella storia. Si è cercato di trovare tagli “non convenzionali” anche nelle illustrazioni interne, per lasciare all’osservatore il dubbio e il desiderio di immaginare i confini del disegno. La copertina e le illustrazioni interne sono realizzate con i pastelli acquarellabili Stabilo.
Silvia Spagnoli