Casa editrice: Autoprodotto
Sito web: http://www.renatomite.it
“Aporia” è un romanzo giallo con suspense e azione che segue l’indagine di due investigatori con doti particolari. La storia è incentrata sulla ricerca serrata di una ragazza scomparsa. Nell’arco di tre giorni si condensano interrogatori, perlustrazioni, spostamenti e inseguimenti in auto. I due investigatori a cui è affidato l’incarico si ritroveranno legati alla ragazza scomparsa da un passato che ritorna per intrecciarsi con lei e una modella. Le informazioni scarseggiano, la pista si esaurisce, ma gli investigatori hanno le capacità per ritrovare e salvare la ragazza. I due investigatori, Edoardo e Kwame, sono un misto fra Dick Tracy, i detective di Arma Letale e il duo Sherlock Holmes-Watson, per questo ho realizzato l’immagine di copertina con un disegno vettoriale per richiamare da un lato l’atmosfera un po’ a fumetti dall’altro la locandina di un film. Lo stile è definito da luci e ombre che rispecchiano un po’ l’essenza del libro.

In copertina è ritratta la scena culminante della storia, quando Edoardo si ritroverà legato in una dépendance davanti al bordo di una piscina, con le luci soffuse. Non è solo, ma è l’unico che può dare una svolta alla vicenda. Inoltre la voce narrante è la sua, quindi era giusto focalizzare la copertina su di lui. L’uomo è vestito in maniera casual, scarpe da ginnastica, jeans e camicia, perché è un tipo sportivo e ha anche una corporatura massiccia. La corda intorno alle mani è messa in modo che sembri che cerchi di liberarsi, per evidenziare la dinamicità dell’azione nel libro. Edoardo non si arrende e farà un gesto molto più eclatante che cercare di allentare la corda. La corda è importante perché il nodo alle mani richiama il logo dell’Aporia posto sotto la sedia. Il logo Aporia rappresenta con un’illusione ottica la capacità mentale di immedesimazione e le relative difficoltà. Capacità e difficoltà che contraddistinguono Kwame. La corda rappresenta anche il legame che unisce i personaggi, per la famosa teoria dei sei gradi di separazione. Infatti Federica scompare dopo aver assistito alla sfilata di uno stilista esordiente. Suo padre è un produttore di tessuti e ha introdotto Federica nel mondo della moda dove lei ha fatto amicizia con le modelle, in particolare con Gerdie Lang che si sta costruendo la fama di modella ribelle. I genitori di Federica ingaggiano Edoardo e Kwame per ritrovare Federica e loro scoprono che la ragazza ha proseguito la serata in compagnia di Gerdie dopo la sfilata, ma la pista si interrompe. Nonostante le loro abilità nel ritrovare la pista che si interrompe spesso, Edoardo e Kwame dovranno riannodare il filo che lega Federica ad un inatteso destino per tirarla fuori dai guai.

Ho imparato da Kwame che un’aporia è una difficoltà insolubile di un ragionamento. «Posso sapere quando le persone mentono, ma non posso sapere se ciò che ritengono vero è vero.» Mi aveva spiegato. Questa è l’Aporia di Kwame, la sua difficoltà nel ricavare informazioni vere dalle sue percezioni.
Renato Mite