Casa editrice: Gilgamesh Edizioni
Sito web: https://www.gilgameshedizioni.com/anunnaki-narrativa/menamato-memorie-di-un-cane-con-tre-zampe/
L’immagine di copertina, unitamente alla scritta, danno l’idea di qualcosa di sbagliato: uno scarabocchio, non si capisce nemmeno di che animale si tratti, il titolo storto, in una parola che sembra contenere un errore… Questo per rendere l’idea del contenuto del romanzo, una riflessione sotto forma di favola sulla disabilità e soprattutto sulla normalità. Il protagonista, un cane con tre zampe, non riesce a integrarsi, per colpa degli altri ma anche sua, in una società che segue parametri che non sono i suoi. Un menomato che è anche meno amato, quindi, e non sa come trovare la sua felicità, che è molto più a portata di mano di quanto pensi.

“Una “luce rossa” brilla nel petto del protagonista, un semplice cane con tre zampe, che fa della sua vita un’enciclopedia di ricerca: raccoglie pezzi di carta creando un quadro contemporaneo suggestivo e allegorico, dove le acque del fiume sono pennellate madide di colore; dove la campagna, il cielo e la selva gli abitano dentro come luoghi dell’anima, ritrovati, calpestati, respirati. Ecco che il mondo oscuro e ostile degli esclusi si rianima e trova riscatto vero: la cecità non albergherà più nella notte, che appiattirà i suoi veli, con rispetto, senza più offendere. Allora si cercherà la propria essenza navigando lontano, negli anfratti misteriosi del proprio abitacolo di materia, sbagliata forse, ma sincera.”
Carlo Salvoni