Anno d’uscita: 1998
Sito web: http://www.lauryn-hill.com/
Sui banchi delle scuole statunitensi, un testo che da decenni viene inserito nei programmi è “The Mis-Education of the Negro”, scritto nel 1933 dallo storico afroamericano Carter G. Woodson. Mis-Education suona come diseducazione e il lavoro di Woodson si focalizza su come la cultura dei “negri” americani sia stata duramente distrutta dalla prepotenza di quella bianca. Un’opera come questa dev’essere rimasta impressa all’allora studentessa del New Jersey Lauryn Hill, tanto che nel 1998 decide di esordire come cantautrice solista con un album che già dal titolo omaggia Woodson. La copertina del disco è il piano di un banco scolastico, di quelli vecchi in legno, con in alto lo spazio concavo per depositarvi la matita. Come su tanti banchi di scuola, anche su questo è incisa una scritta; si tratta del titolo dell’album, “The Miseducation of Lauryn Hill”. Sotto troviamo un’altra incisione, il primo piano dell’ex cantante dei Fugees. Lauryn Hill si sente come tanti uomini e donne afroamericani, che dalla tratta atlantica in poi hanno subito negli Stati Uniti l’ostilità dell’etnia dominante. La loro cultura è stata imbastardita e la Hill ce lo canta e ce lo mostra, in una copertina che ci fa capire quanto sia importante conoscere le proprie radici. Per educare il prossimo e non subire una diseducazione esecranda.
Leonardo Marzorati