Casa editrice: Arpeggio Libero
Aito web: http://www.arpeggiolibero.com/lista-categorie/racconti/4-petali-rossi.html
La copertina, regalo della grafica Maria Teresa Di Mise, vuole essere d’impatto ma anche positiva e rassicurante, circa il tema della violenza sulle donne. Il colore rosso simboleggia la violenza, i petali (come i quattro petali del titolo, che poi sarebbero le autrici su fondo bianco), simboli di purezza, luce e speranza.

L’antologia solidale contro la violenza sulle donne di Arpeggio Libero che finanzierà la costruzione della “Casa delle donne nella Marsica”, una casa rifugio creata dal centro antiviolenza BeFree di Roma. Autrici e editore hanno dato il contributo gratuito e volontario per la realizzazione del progetto che unisce la sensibilizzazione attraverso il volume ai temi della violenza sulle donne (quindi la letteratura diventa azione culturale), assieme alla realizzazione di un progetto concreto: una casa rifugio dove le donne che hanno subìto violenza possano sentirsiprotette per ricostruire se stesse e il proprio futuro. I proventi delle vendite infatti saranno destinati alla costruzione della “Casa delle donne nella Marsica” che BeFree sta realizzando in territorio abruzzese. Quattro racconti: “Bella da rubare” di Arianna Berna, “Il coraggio di raccontare” di Loriana Lucciarini, “L’equilibrio perfetto” di Monica Coppola, “Una gabbia di vita” di Silvia Devitofrancesco. All’interno del volume anche un breve “manuale SOS” scritto da BeFree che illustra come comportarsi in caso di familiare e/o amica coinvolta in situazioni di violenza e gli elementi che possono indicare una situazione relazionale a rischio.
Loriana Lucciarini